Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Fabrizio Parenti

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Massimiliano Vado

Massimiliano Vado

Massimiliano Vado

Massimiliano Vado, attore di prosa, cinema e tv, si forma presso la Scuola del Teatro di Roma, del Teatro Stabile del Veneto e all’HB Studio di New York. Nato a Savona, si diploma prima alla Scuola del Teatro stabile di Roma diretto da Maurizio Scaparro e poi si trasferisce a Venezia per specializzarsi alla Scuola del Teatro stabile del Veneto “Carlo Goldoni”, diretto da Mauro Carbonoli. Prosegue gli studi con Danio Manfredini e con l’Odin Teatret, grazie ai corsi gratuiti istituiti dal Teatro di Roma diretto da Mario Martone, e poi con Gisella Burinato e all’HB studio di New York.A teatro alterna testi classici e moderni, diretto tra gli altri da Giuseppe Patroni Griffi (con cui collabora anche come traduttore di testi di Miller, Rostand e Shakespeare), Sebastiano Lo Monaco direttore del teatro stabile di Messina, Alessandro Benvenuti nello spettacolo Delitto per Delitto (con Alessandro Gassmann e Beppe Fiorello), Luciano Damiani con cui realizza uno spettacolo-documento dedicato a Giorgio Strehler e al Piccolo teatro di Milano, Daniele Pecci alla sua prima regia teatrale, Alvaro Piccardi, Matteo Tarasco e Massimiliano Bruno.Le sue collaborazioni più ampie sono con Roberto Guicciardini, di cui è primo attore (nella parte di Tito Belcredi nell’Enrico IV di Pirandello e poi quella di Iago nell’Otello shakespeariano tradotto da Masolino d’Amico) e aiuto regia (suo il riallestimento al teatro Diego Fabbri di Forlì della commedia pirandelliana), e con Marco Maltauro, con cui collabora dal 2005 in vari progetti teatrali e cinematografici, prodotti dalla Casa di Goethe/Goethe Institute e distribuiti nei musei tematici di Italia e Germania. Massimiliano Vado come regista affronta testi di Mamet, Goethe, Beckett, e dal 2009 fonda e fa parte di “Voci nel Deserto”[7], progetto di teatro civile.[8][9] Per il Todi Festival 2014 dirige e interpreta, con Michela Andreozzi, Ring, testo di Leonore Confino, candidato al Premio Moliere, mentre al Festival dei Quartieri dell’Arte dirige contemporaneamente Altri Libertini di Pier Vittorio Tondelli e Incendi di Mouawad. Dirige, tra gli altri, Stefania e Amanda Sandrelli, Claudia Gerini, Michela Andreozzi, Piergiorgio Odifreddi, Vittoria Belvedere e Maria Grazia Cucinotta .Fra i suoi ruoli più importanti in televisione: Distretto di Polizia 5 nel 2005, regia di Roy Bava, Distretto di Polizia 6 scelto dal regista Antonello Grimaldi per il ruolo trasversale del Medico Legale, R.I.S. 4 – Delitti imperfetti regia di Pier Belloni nel 2007. Da novembre 2009 è entrato a far parte del cast ricorrente della soap opera Cento Vetrine, regia di Michele Rovini e Fabrizio Portalupi, con il ruolo di Zeno Bauer. Insieme a Claudia Gerini partecipa, come concorrente alla trasmissione televisiva Dance Dance Dance, e con Giuseppe Pambieri va in scena nel Re Lear di Shakespeare; nello stesso anno dirige Stefania Sandrelli e Amanda Sandrelli nello spettacolo francese Il bagno e poco dopo Ladyvette in Le dive dello swing. Dal 2018 si dedica alla regia teatrale; uniche pause per i film di Fausto Brizzi e Michela Andreozzi e per lo spettacolo “7 anni” in cui torna a fare solo l’attore.

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Voce

Clara Galante

Clara Galante

CLARA GALANTE TECNICA VOCALE

«Integrare veramente la voce al corpo è un lavoro di “scalpello”, è un viaggio Alchemico nel caos della nostra condizione naturale di dualità. Una Persona/Attore dovrebbe imparare a scolpire quella integrazione nel proprio lavoro, per poter cogliere la fragranza, di una potente e viva presenza scenica.»

– Clara Galante, insegnante di Tecnica Vocale dell’Accademia Professionale del Padiglione Ludwig

Clara Galante si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico con una regia di Andrea Camilleri, iniziando così la sua intensa ed apprezzata attività artistica in Italia e all’estero.
Ha lavorato con grandi maestri, tra i quali citiamo solo Luca Ronconi, Marco Bellocchio, Bruce Myers, Davide Livermore e Federico Tiezzi.
Si è esibita con successo nei grandi teatri antichi affrontando la tragedia greca e sulla scena moderna nella più nuova drammaturgia contemporanea.
Spazia tra la recitazione e la regia, il canto e la poesia.

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Daniele Salvo

Daniele Salvo

DANIELE SALVO RECITAZIONE

Attore e regista. Ha collaborato con Luca Ronconi per quasi 18 anni, come attore, in ruoli di primo piano, assistente alla regia e regista collaboratore. Tra le sue regie più note: “Coefore/Eumenidi” di Eschilo,“Aiace”,”Edipo Re”,“Edipo a Colono”di Sofocle (con Giorgio Albertazzi), tutte al Teatro Greco di Siracusa.

Con Giorgio Albertazzi :”Giulio Cesare”,“La Tempesta”,“Amleto” di Shakespeare. “King Lear” di Shakespeare (con Ugo Pagliai),“Othello” di Shakespeare, “Macbeth” di Shakespeare, (Globe Theatre, Roma),“Evgenij Onegin” di Puskin (Teatro Stabile di Torino),“Primavera di Praga”(Teatro Nazionale di Praga,), “Dionysus” (Teatro di Stato di Constanta – Romania), “Prometheus” di Eschilo, “L’ultima notte del Rais” di Yasmina Khadra (Teatro Biondo di Palermo), “Dopo la prova” di Ingmar Bergman (con Ugo Pagliai), “Medea” di Euripide (con Franco Branciaroli), “Il vecchio e il mare” di Hemingway, “Jekyll” da Stevenson (CTB Brescia), “I sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello (Teatro Ghione Roma), “Le ultime lune” di Furio Bordon (con Andrea Giordana e Galatea Ranzi), “L’amico Fritz” di Mascagni (Teatro Verdi Trieste – Opera), “Manfred” di Byron (Teatro Massimo Palermo – con Umberto Orsini) e moltissimi altri lavori in Italia e all’estero. Ha vinto il Premio Golden Graal per la regia di “Aiace”,il premio “Villarosa” per “Giulio Cesare”, il premio internazionale “Baia M.” per “Dionysus”. E’stato Direttore Artistico del Festival di Teatro Antico di Catania“Amenanos” nelle edizioni 2019-2021.

Ha lavorato poi (tra gli altri) con: Jacques Lassalle, Jean Pierre Vincent, Micha Van Hoecke, Andrei Konchalovskij, Luca Zingaretti, Gigi Dall’Aglio, Cherif, Valter Malosti, Marco Tullio Giordana, Massimiliano Fuksas, Jordi Garcés, Arnaldo Pomodoro.

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Andrea Trapani

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Francesca Macrì

Categorie
Insegnanti ins-accademia ins-scuolatutti Materia Recitazione

Luigi Di Pietro

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Veronica Cruciani

Regista e attrice, diplomata alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. Nel 2003 interpreta e dirige insieme ad Arturo Cirillo il monologo “Le nozze di Antigone” scritto per lei da Ascanio Celestini (testo segnalato al Premio Riccione/ attrice Under 35 finalista ai Premi Ubu). 
Nel 2004 fonda la Compagnia Veronica Cruciani, con cui conduce un’indagine sul rapporto fra memoria e drammaturgia contemporanea.
Nel 2008 con “Il Ritorno” di Sergio Pierattini, di cui è regista e produttrice, vince il Premio della Critica per il miglior testo italiano.
Nel 2011 produce e dirige “La Palestra” di Giorgio Scianna con Filippo Dini, Arianna Scommegna, Teresa Saponangelo e Fulvio Pepe e nel 2012 “Peli” di Carlotta Corradi. Nello stesso anno vince il Premio Hystrio-ANCT dell’Associazione Nazionale dei Critici italiani «per lo sguardo, antico e moderno al tempo stesso, con cui ha saputo leggere splendidamente luci e ombre della realtà del nostro tempo».
Nel 2015 è prodotta dal Teatro Nazionale di Roma firmando la regia del “Preamleto” di Michele Santeramo con protagonisti Massimo Foschi e Manuela Mandracchia e dal Teatro Carcano di Milano per la regia di “Due donne che ballano” di Josep Maria Benet con Maria Paiato e Arianna Scommegna.
Nel 2017, debutta con “Accabadora” di Carlotta Corradi con Anna della Rosa tratto dal romanzo di Michela Murgia e prodotto da Teatro Donizetti di Bergamo e TPE.
La sua ultima regia ha debuttato a Luglio del 2021 al Festival di Todi ed è “La Febbre” di W.Shawn con Federica Fracassi prodotto dal Teatro Nazionale di Roma/ERT.
Attualmente è in prova al Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale – per l’allestimento della Dodicesima notte di Shaspeare che andrà in scena nella rassegna estiva al Teatro Verdi di Padova.
E’ stata docente di recitazione nella Scuola Civica di Teatro Paolo Grassi di Milano, Accademia dei Filodrammatici, Officine Pasolini della Regione Lazio, Accademia Stap Brancaccio e Accademia Padiglione Ludwig.
Dal 2013 al 2016 è stata direttore artistico del Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma.
Nel 2022 vince il Premio Hystrio alla regia.

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Gianluigi Fogacci

Categorie
Insegnanti ins-accademia Materia Recitazione

Pietro Bontempo